I diversi tipi di videosorveglianza: Analogica, AHD, HD-CVI e IP 2


Impianti di videosorveglianzaDovendo installare telecamere di videosorveglianza ci si pone di fronte alla scelta della tecnologia. Attualmente le opzioni sono fondamentalmente quattro: l’analogica, l’IP, l’HD-CVI e la più recente AHD.
Vediamo brevemente le caratteristiche di ciascun tipo, tenendo presente però che le evoluzioni, soprattutto delle tecnologie più recenti, sono velocissime e quindi alcune peculiarità possono cambiare nel giro di breve tempo, Analogica, AHD, HD-CVI e IP.

Cominciamo con la Videosorveglianza Analogica: la prima ad essere sviluppata, ma che continua ad avere una fascia considerevole di mercato. Il segnale video nelle installazioni analogiche tradizionali si trasmette tramite cavo coassiale con un segnale chiamato CVBS o semplicemente video composito. Consente di visualizzare video senza audio. Ciò che ha reso molto diffusa questa tecnologia sono essenzialmente i bassi costi e la semplicità di montaggio. Il fatto inoltre di essere presente da anni fa sì che ci sia una grande compatibilità tra marchi diversi. Gli svantaggi più evidenti sono la mancanza di funzionalità avanzate, la risoluzione e la difficoltà ad utilizzarla su grandi distanze, sulle quali si risente della distorsione del segnale. Anche la necessità di utilizzare un cavo per ogni telecamera costituisce un limite per questi impianti.

La tecnologia IP è caratterizzata da una telecamera che genera un segnale digitalizzato che quindi può essere subito immesso in rete. Ha caratteristiche uniche rispetto alle altre: non presenta limiti di risoluzione, permette collegamenti wireless a lunghe distanze. Le immagini possono essere registrate e archiviate su qualsiasi pc. Permette la sorveglianza a distanza. In pratica servono solo una presa elettrica e una connessione, addirittura con i sistemi basati sul PoE non è neanche necessaria la presa elettrica in quanto la telecamera viene alimentata direttamente dal cavo di rete tramite switch poe. Utilizzando il protocollo Ip e gli standard utilizzati da Internet può sfruttare tutte le potenzialità della rete. Gli svantaggi sono costituiti dai costi maggiori e dai cosiddetti tempi di latenza, che possono essere in parte ridotti usando telecamere ad alta qualità come le IP PRO di Setik.

Dahua ha brevettato la tecnologia HD-CVI, concedendola per così dire a vari produttori; ha avuto la grande intuizione di portare per prima l’HD sul cavo coassiale, di trasmettere il segnale video ad alta definizione su un normale cavo su lunghe distanze fino a 500 metri e a costi contenuti; e allo stesso tempo di permettere il flusso audio sul cavo video. Permettendo risoluzioni fino a 1080p, quindi con un’ottima qualità delle immagini. Le telecamere sono tecnicamente semplici da installare: non ci sono schede di rete, non si creano conflitti Ip. Il cablaggio è facilitato; dove presente si può riutilizzare il cablaggio analogico, oggi inoltre sono in grado di portare anche il segnale di controllo per comandare telecamere PTZ, senza ausilio di ulteriori cavi.

L’AHD (Analogic High Definition) è una nuova tecnologia sviluppata appena un anno fa da Nextchip. Ha come punti di forza la completa compatibilità con le telecamere analogiche e con qualsiasi videoregistratore analogico o digitale. Le immagini vengono codificate a bordo camera, trasmesse compresse al DVR, utilizzando un cavo coassiale. I vantaggi sono molti. Permette alle telecamere analogiche di raggiungere alte risoluzioni. È semplice da installare. Si può realizzare il cablaggio con cavi coassiali fino a lunghe distanze, con una qualità FULL-HD. Avendo compatibilità con l’analogico ha una manutenzione più facile, quindi possono essere usati i tester/monitor comuni per testare le telecamere. Ha costi inferiori rispetto all’HDCVI, ma non avendo per ora un grande marchio che lo diffonda, ci sono prodotti di qualità media almeno per quanto riguarda i registratori, mentre le telecamere potendo accedere alla vasta gamma di produttori sul mercato hanno una resa all’altezza dei grandi marchi.

KIT VIDEOSORVEGLIANZA QUALE